AVVISO ORDINANZA SINDACALE PER DIVIETO DI SCARICO DELLE ACQUE METEORICHE (245)

  Pubblicato il : 17 ottobre 2014 - Ultima revisione : 18 marzo 2019

COMUNE DI PAGLIARA ORDINANZA SINDACALE N.21 DEL 16.10.2014 OGGETTO: Ordinanza per divieto di scarico delle acque meteoriche, rinvenienti dalle coperture, terrazze, canalette, grondaie, ecc. nella rete pubblica fognaria delle acque nere;

ORDINANZA N.21 DEL 16.10.2014 OGGETTO: Ordinanza per divieto di scarico delle acque meteoriche, rinvenienti dalle coperture, terrazze, canalette, grondaie, ecc. nella rete pubblica fognaria delle acque nere; IL SINDACO PREMESSO CHE Il Comune di Pagliara è proprietario della fognatura pubblica del centro urbano e delle frazioni di Rocchenere e Locadi, il cui impianto di depurazione è ubicato in contrada Piana in Roccalumera; CHE a seguito di alcune comunicazioni effettuate a questo ufficio da parte dell’U.T.C. si è potuto accertare l’arrivo di notevoli quantità di acque meteoriche nella pubblica fognatura, causando la fuoriuscita di acque nere da alcuni pozzetti presenti nel territorio comunale, con grave pregiudizio per l’igiene e la salute pubblica; CHE detta circostanza può comportare altresì gravi danni all’impianto fognario, con conseguente aggravio di costi a carico dell’Ente; CONSIDERATO CHE si rende necessario adottare apposita ordinanza contingibile ed urgente attraverso la quale disporre quanto segue: -a tutti i proprietari, amministratori di condominio e legali rappresentanti di immobili di qualsiasi tipo (residenziale, commerciale, industriale/artigianale) insistenti nell’abitato di Pagliara e nelle Frazioni di Rocchenere e Locadi, il divieto assoluto di scarico delle acque meteoriche, rivenienti dalle coperture, terrazze, canalette, grondaie, atri, cortili, piazzali di pertinenza dei propri immobili, nella rete pubblica fognaria delle acque nere; -a chiunque, per lo scarico delle acque meteoriche rivenienti dalle coperture, terrazze canalette, grondaie, atri, cortili, piazzali di pertinenza dei propri immobili, risulti allacciato alla rete della pubblica fognatura, di provvedere alla immediata dismissione di detto scarico e di attivarsi, con idonee soluzioni, all’adeguamento delle condotte fognarie interne agli immobili privati, a fine di evitare le conseguenze previste dalla legge per scarico abusivo; RITENUTO, alla luce delle superiori argomentazioni, dover provvedere in merito, a tutela della salute e dell’igiene pubblica; VISTO l’art. 50 del D.Lgs. 267/2000 e s.m.i. VISTO lo statuto Comunale VISTO l'O.A.R.EE.LL.; ORDINA 1)A tutti i proprietari, amministratori di condominio e legali rappresentanti di immobili di qualsiasi tipo ( residenziale, commerciale, industriale/artigianale) insistenti nell’abitato di Pagliara e nelle Frazioni di Rocchenere e Locadi, il divieto assoluto di scarico delle acque meteoriche, rivenienti dalle coperture, terrazze, canalette, grondaie, atri, cortili, piazzali di pertinenza dei propri immobili, nella rete pubblica fognaria delle acque nere; 2)A chiunque, per lo scarico delle acque meteoriche rivenienti dalle coperture, terrazze, canalette, grondaie, atri, cortili, piazzali di pertinenza dei propri immobili, risulti allacciato alla rete della pubblica fognatura, di provvedere alla immediata dismissione di detto scarico e di attivarsi, con idonee soluzioni, all’adeguamento delle condotte fognarie interne agli immobili privati, a fine di evitare le conseguenze previste dalla legge per scarico abusivo. DISPONE CHE le violazioni alle disposizioni della presente ordinanza comporteranno a carico dei responsabili, l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da € 25 a € 500 prevista dall’art. 7 bis del D.lgs 267/2000, secondo la procedura stabilita dalla legge 689 del 24.11.1981 e s.m.i ed il recupero delle spese sostenute dall’Ente per la riparazione dei danni causati dalla immissione abusiva; CHE alla vigilanza sull’osservanza delle disposizioni della presente ordinanza, all’accertamento e conseguente irrogazione delle sanzioni provvedano, per quanto di competenza, l’ufficio della Polizia Municipale ed ogni altro Agente o Ufficiale di Polizia Giudiziaria a ciò abilitato dalle disposizioni vigenti. CHE la presente ordinanza venga: 1)Pubblicata all' Albo Pretorio on-line del Comune; 2)Affissa e resa pubblica su tutto il territorio Comunale; 3)Trasmessa alle locali stazioni dei Carabinieri dei Comuni di Mandanici e Roccalumera, all’Ufficio Tecnico Comunale e alla Polizia Municipale. COMUNICA CHE avverso il presente provvedimento è possibile proporre ricorso al TAR Sicilia, ovvero, in alternativa, al Presidente della Regione Siciliana, rispettivamente entro 60 o 120 giorni dalla relativa pubblicazione all’albo pretorio on line dell’ente. Dalla Residenza Municipale, lì 16.10.2014 IL SINDACO (Domenico Santi Prestipino)