AVVISO III^ AREA TECNICA MANUTENTIVA (266)

  Pubblicato il : 28 settembre 2015 - Ultima revisione : 18 marzo 2019

III^ AREA TECNICA MANUTENTIVA Bando di Gara (art. 125 comma 11 del D.Lgs n. 163/2006) PER LA FORNITURA DI ARREDI MEDIANTE RICORSO AL MERCATO ELETTRONICO DELLA P.A. (MEPA) per il progetto di “Ristrutturazione di Palazzo Calabrò da adibire a centro di aggregazione con spazi espositivi – PON FESR Sicurezza per lo Sviluppo- Obiettivo Convergenza 2007/2013, Obiettivo Operativo 2.8a”. CUP: B33B090006220007 - CIG: Z720AC15C6. Arredi 104 – categoria: Arredi e complementi di arredo. IMPORTO A BASE D’ASTA: € 7.930,33 oltre IVA al 22%

L’Amministrazione Comunale intende procedere all’affidamento della fornitura di arredi per uffici, ai sensi dell’art. 125, comma 11, ultimo periodo del D.Lgs. n. 163/2006, e dell’art. 19 del Regolamento Comunale approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 16 del 28.11.2011 per l’esecuzione dei lavori e l’acquisizione di beni e servizi in economia, mediante affidamento con richiesta di offerta (RdO) sul mercato elettronico della P.A. ( ME.PA). Art. 1 OGGETTO DELLA FORNITURA La fornitura degli arredi per uffici, descritta nell’allegato Scheda Tecnica “Elenco Arredi”, comprende: n. 18 scaffali-librerie; n. 7 scrivanie operative; n. 2 scrivanie; n. 7 cassettiere; n. 11 poltroncine; n. 50 sedie; n. 3 mobili per fotocopiatore; n. 4 teche portaoggetti; n. 2 pannelli per affissione; n. 4 cavalletti porta quadri; n. 4 porta computer su ruote. Art. 2 FINANZIAMENTO La fornitura degli arredi è inclusa nel Progetto finanziato con Decreto dell’Autorità di Gestione del 21 giugno 2011, trasmesso dal Ministero dell’Interno – Dipartimento per le Politiche del Personale dell’Amministrazione Civile e per le Risorse Strumentali e Finanziarie. Art. 3 TEMPI DI CONSEGNA, LUOGO E PENALE Il tempo utile per la consegna degli arredi è stabilito in giorni 30 naturali, successivi e continui decorrenti dalla data di comunicazione di affidamento, presso il Palazzo Calabrò sito in via Regina Margherita n. 116. La Stazione Appaltante si riserva di applicare una penale dell’1 (uno) per mille dell’importo di aggiudicazione netto, per ogni giorno di ritardo rispetto al termine di consegna. Art. 4 REQUISITI DI NEGOZIAZIONE Sono ammessi a partecipare alla procedura i soli soggetti invitati alla presente RdO, in quanto iscritti negli elenchi di cui al ME.PA CONSIP Bando Arredi 104 – categoria: Arredi e complementi di arredo. Tutti i concorrenti devono essere in possesso dei requisiti generali e di moralità professionale necessari per l’affidamento di contratti pubblici di servizi e forniture di cui agli artt. 38 e 39 del D.Lgs. n. 163/2006 e sono pertanto tenuti a presentare domanda di partecipazione contenente le relative dichiarazioni, ivi comprese le dichiarazioni personali. L’effettiva comprova di dette dichiarazioni sarà comunque effettuata sull’aggiudicatario; parallele verifiche potranno essere effettuate anche su altri concorrenti in presenza di elementi che le facciano risultare necessarie o opportune. Art. 5 COMPENSO FORNITURA Il corrispettivo è quello dell’importo netto di negoziazione determinato sull’importo di ribasso a base d’asta offerto, oltre IVA al 22%, non è modificabile e verrà corrisposto al fornitore solo dopo la regolare esecuzione della fornitura e collaudo da parte del collaudatore o del responsabile del progetto e sarà corrisposto a presentazione della relativa fattura elettronica. Per le modalità di pagamento si precisa che: “al pagamento delle spese sostenute dal soggetto attuatore è delegato il Fondo di Rotazione del Ministero dell’Economia e delle Finanze previa richiesta di erogazione da parte dell’Ufficio Pagamenti della Segreteria del PON subordinata all’esito positivo dei controlli di primo livello. Il Pagamento in ogni caso è subordinato alla disponibilità delle risorse nazionali e comunitarie presso il Fondo di Rotazione e quindi l’Amministrazione non potrà essere ritenuta responsabile dei ritardi che potrebbero verificarsi nella liquidazione delle fatture dovuti alla mancata disponibilità delle citate risorse”. La fattura dovrà recare il chiaro riferimento del progetto e riportare il Codice Identificativo della Gara CIG: Z720AC15C6. Art. 6 CLAUSOLE PROGETTO PON Il Fornitore assume gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui all’art. 3 della Legge 13 agosto 2010 n. 136 e ss.mm.ii. A tal fine si impegna a comunicare entro sette giorni dall’accensione, o nel caso di conti correnti già esistenti entro sette giorni dalla data della scrittura privata dell’affidamento gli estremi del c/c bancario o postale con l’indicazione dell’opera alla quale sono dedicati; comunicherà altresì le generalità delle persone delegate ad operare su di essi. Si avverte che l’omessa o incompleta o tardiva comunicazione degli elementi informativi di cui all’art. 3 comma 7 comporta a carico del soggetto inadempiente le applicazioni amministrative e le sanzioni pecuniarie di cui all’art. 6 comma 4 della Legge 136/2010 e ss.mm.ii. Le transazioni eseguite senza avvalersi degli strumenti atti a consentire la piena tracciabilità, costituisce causa di risoluzione della scrittura privata dell’affidamento. Si procederà, altresì, alla risoluzione della scrittura privata nell’ipotesi in cui la ditta fornitrice sia rinviata a giudizio per favoreggiamento nell’ambito di procedimenti relativi a reati di criminalità organizzativa. I pagamenti relativi alla scrittura privata dovranno essere effettuati esclusivamente tramite l’utilizzo di bonifico bancario o postale ovvero degli altri strumenti idonei a consentire la piena tracciabilità delle operazioni, a pena di risoluzione di diritto della scrittura privata. E’ esclusa la possibilità di cessione dei crediti derivanti da contratti o scrittura privata affidati nell’ambito dei progetti ammessi al finanziamento del PON Sicurezza. Presentazione di polizza fideiussoria ai sensi dell’art. 113 del D.lgs. 163/2006 dell’affidatario della fornitura, con autentica della firma del sottoscrittore della polizza da un notaio. Art. 7 CRITERI DI AGGIUDICAZIONE L’aggiudicazione sarà effettuata, con il criterio del prezzo più basso di cui all’art. 82 comma 2 lett. b) del D.Lgs. n. 163/2006, come recepito in Sicilia con la L.R. n. 12/2011 art. 19 applicato sull’importo totale a base d’asta della fornitura, collocazione e funzionalità dell’attrezzatura informatica, aggiudicando l’affidamento all’operatore economico che avrà offerto il prezzo più basso sull’importo posto a base d’asta. Ai sensi dell’art. 1 comma 6 ter, della L.R. 10 luglio 2015, n. 14, le imprese che effettuano un ribasso superiore al 25 per cento producono, nell’offerta, le relative analisi giustificative, nel caso risultino aggiudicatarie in sede di verifica di congruità dell’offerta. Art. 8 MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE I concorrenti invitati presentano la loro offerta in formato elettronico, entro e non oltre il termine perentorio del 29/09/2015 ore 9,30. Art. 9 VERIFICA DEI REQUISITI DI LEGGE E RAPPORTO CONTRATTUALE Successivamente all’aggiudicazione provvisoria, si procederà alla verifica della sussistenza, in capo all’aggiudicatario provvisorio, dei requisiti richiesti dalle legge. I rapporti contrattuali fra il soggetto affidatario e l’Amministrazione consistono nello scambio di documenti di offerta e accettazione, firmati digitalmente dal fornitore e dalla stazione appaltante, ai sensi dell’art. 328, comma 5, del DPR n. 207/2010 e presentazione dell’affidatario di polizza fidejussoria ai sensi dell’art. 113 del D.Lgs. n. 163/2006, con autentica della firma del sottoscrittore della polizza da un notaio. Art. 10 VERIFICA DI CONFORMITA’ E ACCETTAZIONE I prodotti saranno accettati dal referente della stazione appaltante – destinatario delle consegne e sarà effettuata da detto soggetto una verifica sulla correttezza e congruenza formale di quanto ricevuto rispetto all’elenco della fornitura in questione. Art. 11 IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E INFORMAZIONI Per ulteriori informazioni potrà essere contattato l’Ufficio Tecnico Manutentivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 13,00 – Tel. 0942/737299 – e-mail pec: ufficiotecnico.comunepagliara@pec.it; Ai fini della pubblicità, il presente bando viene pubblicato all’Albo Pretorio del Comune di Pagliara (ME), Responsabile del Procedimento: Geom. Carmelo Spadaro Malomo della III^ Area Tecnica Manutentiva. Art. 12 MOTIVI DI ESCLUSIONE Saranno escluse le proposte pervenute dopo la scadenza del termine e con documentazione mancante o recante informazioni non veritiere. Art. 13 CESSIONE DEL CONTRATTO E’ fatto divieto all’aggiudicatario di cedere l’affidamento, in tutto o in parte, a qualsiasi titolo o ragione, salvo in caso di cessione o affitto di azienda, di trasformazione, fusione e scissione relativi all’esecutore della fornitura e nel rispetto delle formalità, condizioni e limiti di cui all’art. 116 del D.Lgs. n. 163/2006. Art. 14 TRATTAMENTO DATI PERSONALI Ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 il trattamento dei dati personali sarà improntato a liceità e correttezza nella piena tutela dei diritti dei concorrenti e della loro riservatezza; il trattamento dei dati ha la finalità di consentire l’accertamento dell’idoneità dei concorrenti a partecipare alla procedura di affidamento della fornitura di che trattasi. Art. 15 FORO COMPETENTE Per qualsiasi controversia giudiziale derivante dall’esecuzione della fornitura di che trattasi, il foro competente è quello civile di Messina (ME). Art. 16 ALLEGATI E’ allegato al presente documento, quale parte integrante e sostanziale, la scheda tecnica “ Elenco Arredi”. Pagliara, lì 22/09/2015 IL RESPONSABILE DEL PROGETTO Geom.Carmelo Spadaro Malomo C O M U N E D I P A G L I A R A Provincia di Messina Via R. Margherita, 92 c.a.p. 98020 Tel. 0942 737168 Fax 0942 737203 www.comune.pagliara.me.it E Mail: ufficiotecnico@comune.pagliara.me.it cod. Fiscale 0414810838 III^ AREA TECNICA MANUTENTIVA OGGETTO: Progetto di “Ristrutturazione Palazzo Calabrò da adibire a Centro di aggregazione con spazi espositivi”. PON – Sicurezza per lo sviluppo - Obiettivo Convergenza 2007/2013 – Obiettivo Operativo 2.8a. C.U.P. B33B09000620007; CIG: Z720AC15C6. SCHEDA TECNICA “ELENCO ARREDI” N.ARREDI CARATTERISTICHE (*legno: mogano, ciliegio, noce, rovere, faggio))N PEZZI 1 scaffali-librerie* Minimo: (1,20 x 0,40 x 2,20) (con ante in legno o vetro) Struttura realizzata con pannello di particelle in legno sp. mm. 18 nobilitato in melaminico finitura in cera disponibili nei colori (mogano, ciliegio, noce, rovere, faggio), rifinita perimetralmente con bordo melaminico mm. 0,4. Ripiani realizzati con pannelli di particelle di legno sp. mm 25 nobilitato melaminico finitura cera, disponibile nei colori di cui sopra, rifiniti perimetralmente con bordo in ABS mm. 2 in tinta con la superficie. I frontali e le ante sono realizzati con pannello di particelle di legno sp. mm. Nr.18 nobilitato in melaminico finitura cera o in vetro. 2 scrivania operativa* Minimo: (1,20 x 0,54 x 0,72) Piano di lavoro realizzato in pannelli di particelle di legno sp. mm. 25 nobilitati in melaminico e bordati perimetralmente in ABS mm. 2 in tinta con la superficie e disponibili nei colori (mogano, ciliegio, noce, rovere, faggio). I fianchi sono realizzati in pannelli di particelle di legno sp. mm. 25 nobilitati in melaminico bordati perimetralmente in ABS mm. 2 in tinta con la superficie e disponibili nei colori di cui sopra. Nr.7. 3 Scrivania* Minimo: (1,40 x 0,65 x 0,72) Piano di lavoro realizzato in pannelli di particelle di legno sp. mm. 25 nobilitati in melaminico e bordati perimetralmente in ABS mm. 2 in tinta con la superficie e disponibili nei colori (mogano, ciliegio, noce, rovere, faggio). I fianchi sono realizzati in pannelli di particelle di legno sp. mm. 25 nobilitati in melaminicoe bordati perimetralmente in ABS mm. 2 in tinta con la superficie e disponibili nei colori di cui sopra. Nr.2. 4 Cassettiera* Minimo: (0,45 x 0,60 x 0,55)(minimo 3 cassetti con rotelle piroettanti) Struttura realizzata con pannello di particelle di legno spessore mm. 18 nobilitati in melaminico finitura cera , disponibile nei colori (mogano, ciliegio, noce, rovere, faggio), rifinita perimetralmente con bordo melaminico mm. 0,4.I frontali sono realizzati con pannello di particelle di legno sp. mm. 18 nobilitato melaminico finitura cera, bordati perimetralmente in ABS mm. 2 in tinta con la superficie. I cassetti in legno sono dotati di serratura, le spondine sono in fibre di legno sp. mm. 12 rivestite in PVC, il fondo è in fibra dello spessore di mm. 3. Le guide scorrevoli sono del tipo in metallo con cuscinetti nylon dotati di fine corsa in estrazione e self-closing in chiusura. Nr.7. 5 Poltroncine (da sala riunioni) Minimo: per 110kg, larghezza 0,60 x 0,65 profondità.Con base a 5 razze in nylon nero con ruote diam. 50 mm. Regolazione in altezza tramite pompa a gas verniciata nera, piastra a gas con leva per il comando della regolazione in altezza, movimento a contatto permanente con possibilità di regolare l’inclinazione dello schienale in tutte le posizioni. Sedile e schienale con imbottiture in resine poliuretaniche, rivestimento ignifugo colere a scelta.Nr.11 - 6 Sedia Minimo: per 110kg, larghezza 0,60 x 0,55 profondità(da scrivania, girevole con braccioli) Con telaio metallico di sezione ovale 30x15x1,8 verniciato nero, sedile e schienale in multistrato di legno, imbottiture in resine poliuretaniche, rivestimento ignifugo colore nero. Nr.50. 7 Mobile porta fotocopiatore* Minimo: (0,55 x 0,60 x 0,75) Struttura realizzata con pannello di particelle di legno spessore mm. 18 nobilitati in melaminico finitura cera , disponibile nei colori (mogano, ciliegio, noce, rovere, faggio), rifinita perimetralmente con bordo melaminico mm. 0,4.I frontali sono realizzati con pannello di particelle di legno sp. mm. 18 nobilitato melaminico finitura cera, bordati perimetralmente in ABS mm. 2 in tinta con la superficie. Nr. 3 - 8 teche portaoggetti* Minimo: 3 piani (0,45 x 0,60 x 1,20) (anche in vetro) Struttura realizzata con pannello di particelle di legno spessore mm. 18 nobilitati in melaminico finitura cera , disponibile nei colori (mogano, ciliegio, noce, rovere, faggio), rifinita perimetralmente con bordo melaminico mm. 0,4. I frontali sono realizzati con pannello di particelle di legno sp. mm. 18 nobilitato melaminico finitura cera, bordati perimetralmente in ABS mm. 2 in tinta con la superficie. Ante battenti con serrature con piani fissi o regolabili. Nr. 4 - 9 pannelli per affissione* Minimo: (0,90 x 0,60) Pannello in sughero con cornice in legno. Nr. 2 - 10 cavalletti porta quadri* (Da terra e regolabili) Cavalletto porta quadri da pittore con struttura in legno a tre piedi, con asse regolabile per posizionamento quadri. Nr.4. 11 Tavolo porta computer* Minimo: (0,90 x 0,50 x 0,75) Struttura realizzata con pannello di particelle di legno spessore mm. 18 nobilitato in melaminico finitura cera, disponibile nei colori (mogano, ciliegio, noce, rovere, faggio). Porta tastiera estraibile, 4 ruote piroettanti, guide metalliche con fermo di fine corsa. Ripiani porta tower e porta stampante. Nr. 4 - Pagliara, ______________________ IL RUP (geom. Carmelo Spadaro Malomo)